© 2019 Canargiu Montis

Esterno_1.jpg

CONCORSO DI PROGETTAZIONE ISCOL@ - Scuola dell'infanzia di Villaspeciosa 

 

LUOGO: Villaspeciosa, Italy

TEMA: Concorso per una scuola

PROGETTISTI: Nicholas Canargiu + Sara Montis, Gate Engineering, Arch. C.Piredda, Arch. A.Coluccia

IMPIANTI: Ing. A. Saba, Ing. A. Taccori, 

CONSULENTI: Dott. S.Corda, Dott. A.Zuddas, Dott.ssa C.Porcedda, Dott.ssa G.Granara, F.Sillani

DATA: 2018

 

“La scuola delle meraviglie” di Villaspeciosa è stata progettata per essere una scuola del nuovo millennio; è un edificio dove i bambini sono i protagonisti di un ambiente di apprendimento innovativo ed adeguato alle nuove esigenze didattiche, dove gli spazi sono sostenibili da un punto di vista costruttivo, ambientale, energetico ed economico, dove c’è una forte apertura al territorio per far sì che la scuola diventi il punto di riferimento per la comunità.

Abbiamo concepito la scuola come uno strumento educativo finalizzato allo sviluppo delle competenze umane, sociali, tecniche e sensoriali, sono stati immaginati spazi nell’ottica del benessere, della socializzazione e della collaborazione, è un edificio attento alle necessità ed alle dinamiche dell’integrazione, sono state utilizzate le nuove tecnologie per aumentare l’interesse dei bambini, avere spazi sempre confortevoli e per favorire l’inclusione e cercare di alleggerire le problematiche legate alle minori abilità ed in generale ai bisogni educativi speciali.

Il progetto della scuola interpreta liberamente Alice nel paese delle meraviglie e  costruisce attraverso l’architettura, la decorazione e l’arredo un luogo per la scoperta della bellezza dello stupore.

L’edificio ha una superficie di 1300,00 mq ed è composto da un grande parallelepipedo sul quale si inseriscono 5 tronchi di cono a pianta quadrata. I tronchi di cono ospitano, l’agorà, la mensa ed i tre laboratori. 

Le aule/sezioni sono posizionate a sud est, si affacciano su un piccolo giardino sensoriale e sono arretrate di 15,00 m. - e quindi protette - rispetto al fronte strada, Oltre alle sezioni ed ai tre laboratori, nella zona didattica, troviamo il lungo e flessibile spazio delle attività libere in grado di trasformarsi ed ampliarsi a seconda delle esigenze. 

È inoltre presente all’interno del parallelepipedo anche un blocco uffici-servizi che accoglie l’aula insegnanti, la cucina, la dispensa, la lavanderia e tutti gli spogliatoi ed i servizi connessi. 

Esternamente una scala conduce al tetto giardino che ospita lo spazio per le attività psicomotorie.

Il sistema costruttivo è di tipo tradizionale con fondazioni in c.a., muri perimetrali portanti in laterizio ad alta resistenza alla compressione, buoni valori statici, elevato isolamento termico ed acustico. I solai in latero cemento sorreggono il tetto ed il tetto giardino. Tutti gli spazi interni hanno un adeguato apporto di luce e le vetrate esposte a sud est sono protette dal sole primaverile/estivo attraverso un loggiato. Nella zona didattica è prevista una ventilazione naturale su un fronte, su fronti opposti e la possibilità di sfruttare l’effetto camino. 

AXO.jpg
Show More
Gli spazi comuni